PASS Trial (Pleural mesotheliomA Strategies Study)

PASS Trial (Pleural mesotheliomA Strategies Study)

Studio prospettico randomizzato di fase III sull’efficacia della pleurectomia/decorticazione nel trattamento del mesotelioma pleurico maligno.

DISEGNO DELLO STUDIO

Lo studio testa l’ ipotesi che il controllo locale del mesotelioma pleurico maligno ottenuto mediante la pleurectomia/decorticazione possa migliorare la sovravvivenza a distanza rispetto al trattamento con chemioterapia esclusiva.

Fase Prerandomizzazione

Dopo toracoscopia (nella quale viene eseguita una mappatura della malattia e la palliazione del versamento pleurico), i pazienti con diagnosi istologica definitiva di mesotelioma epitelioide o misto verranno sottoposti a chemioterapia standard con analogo del platino e pemetrexed per 4 cicli:

  • Cisplatino 75 mg/mq e pemetrexed 500 mg/mq giorni 1,21

Al termine della chemioterapia, i pazienti verranno ristadiati (CT total body, PET/CT scan e MRI in presenza di sospetto di infiltrazione trans diaframmatica) e, una volta:

  1. escluso l’interessamento linfonodale mediastinico e/o l’ interessamento peritoneale e/o l’ estensione transdiaframmatica
  2. accertatane l’idoneità per l’ intervento chirurgico
  3. confermata la resecabilità locale di malattia,

i Pazienti verranno arruolati nello studio, previa verifica dei criteri di inclusione/esclusione e ottenimento del consenso informato.

Randomizzazione

I pazienti verranno randomizzati in due gruppi:

1)     il braccio chirurgico (gruppo di studio)

2)     il braccio di follow-up (gruppo di controllo)

L’allocazione ad uno dei due trattamenti sarà centralizzata con un rapporto 1 : 1  e sarà stratificata per  centro con randomizzazione a  blocchi.

Intervento Chirurgico

Entro 8 settimane della fine della chemioterapia, i pazienti del braccio chirurgico verranno sottoposti a intervento di pleurectomia/decorticazione adattata all’estensione della malattia.

Follow-Up

I pazienti verranno valutati la prima volta dopo 4 mesi dalla randomizzazione con TC total body.

Le successive valutazioni verranno effettuate a 8 e 12 mesi (sempre con TC TB), per poi essere effettuate ogni 6 mesi a partire dal secondo anno.

In caso di sospetta recidiva  o progressione di malattia il paziente verrà sottoposto ad ulteriori accertamenti definiti in sede di discussione multidisciplinare.

In caso di recidiva, verrà preso in considerazione trattamento radioterapico e/o trattamento chemioterapico di seconda linea in entrambi i gruppi.

CENTRI PARTECIPANTI

003- Centri Partecipanti (PASS)

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE

Il titolo dello studio è:

 “PASS Trial (Pleural mesotheliomA Strategies Study). Studio prospettico randomizzato di fase III sull’efficacia della pleurectomia/decorticazione nel trattamento del mesotelioma pleurico maligno”.

Lo studio clinico si svolge in diversi Ospedali e Centri di Cura. Per svolgere tale ricerca è necessaria la collaborazione e la disponibilità di persone, che soddisfino i requisiti scientifici idonei alla valutazione che verrà eseguita.

L’ obbiettivo dello studio è quello di verificare se la pleurectomia/decorticazione migliori il controllo della malattia e la possibilità di guarigione.

Per capire se la pleurectomia decorticazione ha dei vantaggi in termini di cura, i pazienti verranno assegnati al braccio di trattamento (pleurectomia/decorticazione dopo chemioterapia) o al braccio di controllo (chemioterapia seguita da controlli periodici) e verranno confrontati i risultati ottenuti nei due gruppi.

VANTAGGI

Il vantaggio per i Pazienti sottoposti ad intervento è quello di associare all’effetto della chemioterapia il controllo locale ottenuto dall’intervento chirurgico.

Il vantaggio per i Pazienti sottoposti a sola chemioterapia è quello di beneficiare degli effetti locali del trattamento considerato di scelta senza i rischi addizionali della chirurgia, che ad oggi va considerata ancora come un trattamento sperimentale nel mesotelioma, vista la mancanza di risultati che si possano considerare definitivi.

SVANTAGGI POTENZIALI

Gli svantaggi nel gruppo di studio sono legati alle complicanze postoperatorie.

L’intervento chirurgico di pleurectomia/decorticazione prevede un rischio di complicanze postoperatorie del 10% ed  un rischio di mortalità chirurgica del 2% per la pleurectomia/decorticazione, che può raggiungere il 4% qualora siano necessarie estese resezioni di pericardio e/o diaframma.

Qui di seguito sono riportate le possibili complicanze:

  • sanguinamento intra e postoperatorio (5-10%): nella maggior parte dei casi viene gestito mediante trasfusioni ematiche e nel 5% dei casi può richiedere un ulteriore intervento chirurgico in anestesia generale.
  • perdita aerea prolungata dal polmone dopo decorticazione, che può incrementare  il tempo di permanenza in sede del drenaggio pleurico e talvolta richiedere la dimissione con il drenaggio in sede.
  • Infezioni del cavo pleurico che possono richiedere l’uso di antibiotici  o il reintervento in una minoranza di casi.
  • chilotorace per danneggiamento dei dotti linfatici presenti nel torace. Questo può determinare un aumento della degenza ospedaliera e l’utilizzo di regimi dietetici particolari al fine di risolvere tale complicanza.
  • complicanze cardiologiche, principalmente rappresentate dalla fibrillazione atriale, aritmia cardiaca benigna che si risolve nella maggioranza dei casi con un trattamento antiaritmico
  • insufficienza respiratoria, complicanza rara (inferiore al 5% dei casi) che può richiedere il trattamento in terapia intensiva e una eventuale ventilazione meccanica assistita nei casi più gravi.
  • diminuzione temporanea della voce dovuta ad un danno del nervo ricorrente

Per quanto riguarda il gruppo di controllo (Pazienti sottoposti  a sola chemioterapia e non ad intervento chirurgico), ci potrebbe essere lo svantaggio di un controllo locale della malattia meno efficace rispetto ai soggetti sottoposti ad intervento chirurgico; questo svantaggio è al momento solo teorico, perché non documentato in maniera certa da nessuno studio.

COSA SUCCEDE SE IL PAZIENTE DECIDE DI NON PARTECIPARE ALLO STUDIO?

Il Paziente è libero di non partecipare allo studio. In questo caso riceverà comunque le terapie previste per la patologia ed i medici continueranno a seguirlo con la dovuta attenzione assistenziale.

L’adesione a questo programma di ricerca è completamente volontaria e il Paziente si potrà ritirare dallo studio in qualsiasi momento. In questo caso, ovviamente, verrà proposto, nel suo esclusivo interesse, tutti gli esami diagnostici e tutti i trattamenti che siano necessari in relazione a quanto già effettuato.

Qualora divengano disponibili dati che possano influenzare la decisione di continuare lo studio in oggetto, il Paziente verrà tempestivamente informato.