Mappatura

 

Mappatura

 

La mappatura consiste:

 

a) in una prima fase di individuazione e delimitazione dei siti caratterizzati dalla presenza di amianto nell’ambiente naturale o costruito;
b) in una seconda fase di selezione di quei siti, individuati ai sensi della lettera a), nei quali è accertata la presenza di amianto, nell’ambiente naturale o costruito, tale da rendere necessari interventi di bonifica urgenti.
Per evidenziare l’importanza di un’area inserita nella mappatura, possono essere allegati eventuali dati statistici disponibili e studi epidemiologici relativi a patologie asbesto-correlate.
E’ previsto che il Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio, su indicazione delle regioni e dei comuni interessati individui e finanzi progetti di bonifica di particolare urgenza con riferimento a situazioni critiche per la salute dell’uomo e l’ambiente.
La normativa classifica i luoghi censiti nel modo che segue:

CATEGORIA 1: Impianti industriali attivi o dismessi, di lavorazione e non di lavorazione
CATEGORIA 2: Edifici, scuole, ospedali, uffici, impianti sportivi e commerciali, cinema, teatri, biblioteche, edifici residenziali, industriali, etc
CATEGORIA 3: Presenza naturale, estrattiva di rocce e minerali con amianto
CATEGORIA 4: Altra presenza di amianto da attività antropica