Pensione di Inabilità e Assegno di Invalidità Civile

 

Secondo le tabelle ministeriali di valutazione (D.M. Sanità 5/2/1992) le percentuali di invalidità civile per patologia oncologica sono tre:

  • 11% prognosi favorevole e modesta compromissione funzionale
  • 70% prognosi favorevole, ma grave compromissione funzionale
  • 100% prognosi infausta o probabilmente sfavorevole, nonostante l’asportazione del tumore

La domanda va presentata all’INPS per via telematica, come visto prima.

La pensione di inabilità o l’assegno di invalidità spettano dal mese successivo alla presentazione della domanda all’INPS, salvo diversa indicazione da parte della Commissione Medica. All’atto del primo pagamento l’INPS dovrà versare, in un’unica soluzione tutte le mensilità arretrate e i relativi interessi, mentre gli assegni successivi saranno corrisposti mensilmente.

I benefici derivanti dal riconoscimento dello stato di invalidità dipendono dal grado di invalidità riconosciuto e dal reddito.

Se l’età è compresa tra i 18 e i 65 anni e l’invalidità è riconosciuta nella percentuale del 100% si ha diritto a:

  • Pensione di inabilità erogata per 13 mensilità. (es. relativamente all’anno 2013 essa è pari a 275,87 euro mensili per 13 mensilità con limite di reddito annuo personale non superiore a 16.127,30 euro)
  • Esenzione dal ticket per farmaci e prestazioni sanitarie (cod. C01)

Se l’età è compresa tra i 18 e i 65 anni e l’invalidità è riconosciuta in percentuale pari o superiore al 74% previa iscrizione alle liste speciali del collocamento mirato si ha diritto a:

  • Assegno di invalidità erogato per 13 mensilità. (es. relativamente all’anno 2013 esso è pari a 275,87 euro con limite di reddito annuo personale non superiore a 4.738,63 euro)

Il pagamento della pensione di inabilità e dell’assegno di invalidità è di competenza dell’INPS, che ha la gestione di un apposito fondo.

Tale pagamento potrà avvenire, a scelta del Paziente, mediante:

  • accredito sul conto corrente bancario/postale
  • assegno circolare inviato a domicilio
  • in contanti presso sportelli bancari o uffici postali