Assegno mensile per l’assistenza personale e continuativa ai pensionati per inabilità

 

Il pensionato per inabilità assicurato INPS ha diritto all’assegno per l’assistenza personale e continuativa, purchè sia in possesso dei seguenti requisiti:

  • non sia in grado di camminare senza l’aiuto permanente di un accompagnatore
  • abbia bisogno di assistenza continua per compiere le normali attività quotidiane (alimentazione, igiene personale, vestizione)

L’assegno di assistenza non è compatibile con il ricovero in istituti di cura o assistenza a carico della pubblica amministrazione, né con l’assegno mensile erogato dall’INAIL a titolo di assistenza personale continuativa.

L’assegno di assistenza cessa di essere corrisposto alla morte del titolare della pensione di inabilità.

La domanda può essere presentata anche insieme alla domanda di pensione di inabilità.

L’assegno di assistenza è erogato dal primo giorno del mese successivo alla data di presentazione della domanda o dal primo giorno del mese successivo alla data di perfezionamento dei requisiti.

Le modalità per la presentazione del ricorso nel caso in cui la domanda di riconoscimento dell’assegno di assistenza sia stata respinta sono le stesse applicate per la mancata concessione dell’assegno ordinario di invalidità.