Il Caso “ETERNIT” di Casale Monferrato

 

 

Nel 1901 nasce ETERNIT, marchio registrato e nome della ditta produttrice del fibrocemento. Utilizzato in edilizia come materiale da copertura nella forma in lastra piana o ondulata, oppure come coibentazione di tubature. La commercializzazione in Italia di tale prodotto o comunque della variante cemento-amianto, è cessata tra il 1992 e il 1994.

Eternit Casale M.to

Date dell’Amianto:

  • 1901: nasce Eternit grazie al brevetto dell’austriaco Ludwig Hatschek.
  • 1902: il commerciante Alois Steinmann acquista la licenza per la produzione e apre nel 1903, a Niederurnen, la SCHWEIZERISCHE ETERNITWERKE AG.
  • 1907: nasce in Italia, a Casale Monferrato, il primo stabilimento Eternit fondato dall’ingegnere italiano Adolfo Mazza.
  • 1915: vengono messe in commercio le fioriere in Eternit.
  • 1928: parte la produzione delle tubature in fibrocemento che per 50 anni rappresenteranno lo standard nella realizzazione di acquedotti.
  • 1933: vengono immesse sul mercato le lastre ondulate utilizzate per ricoprire tetti civili e capannoni industriali (visibili ancora oggi).
  • Anni ’40 e ’50: il designer Willy Guhl crea la sedia da spiaggia in fibrocemento.
  • Seconda metà degli anni ’50: in seguito ad un incendio di carrozze ferroviarie, isolate con sughero, si impose l’esigenza di coibentare tutte le carrozze ferroviarie con amianto, l’uso si diffuse quasi contemporaneamente anche nella coibentazione delle navi.
  • 1963: il cemento-amianto può venire venduto in diverse colorazioni.
  • Anni ’60: primi studi sulla pericolosità amianto dello scienziato statunitense Irving Selikoff che nel 1966, fondò la prima divisione ospedaliera in Usa dedicata a questo ambito presso il Mount Sinai Hospital di Manhattan.
  • Anni ’70: grazie alla segnalazione di un operaio di Casale, Nicola Pondrano (ora presidente dell’associazione vittime dell’amianto) si iniziò a parlare dei danni provocati dalla polvere di amianto generata dall’usura dei materiali prodotti e, soprattutto a Casale, diffusa nell’aria della città grazie alle potenti pompe di riciclo dell’aria.
  • 1981: causa civile contro Eternit e Inail intentata da 80 operai che accertò, nei tre gradi di giudizio, la sussistenza di condizioni di rischio all’interno dello stabilimento.
  • 1984: convegno promosso dall’INCA su “Polveri e broncoirritanti a Casale ed in Piemonte”.
  • 1989: imponente convegno per adesioni ed importanza “NO Amianto” concluso da Fausto Vigevani.
  • 1987: il sindaco di Casale Monferrato, vietò l’uso dell’amianto in tutto il suo territorio e si oppose alla riapertura dell’impianto Eternit appena fallito.
  • 1992: legge 257 (Messa al bando dell’amianto).
  • 1993: processo penale ai dirigenti ETERNIT.
  • 1996: piano di bonifica territoriale per la deamiantizzazione.
  • 2005: abbattimento e sarcofagazione dello stabilimento ETERNIT di Casale M.to (il più grande d’Europa).
  • 6 aprile 2009: inizia presso il Tribunale di Torino il processo istituito da Raffaele Guariniello contro uno dei due fratelli Schmidheiny (ex presidenti del consiglio di amministrazione dell’Eternit AG) ed il barone belga Jean Louis De Cartier de Marchienne. Sono ritenuti responsabili delle numerose morti per mesotelioma avvenute tra gli ex-dipendenti delle fabbriche Eternit a contatto con l’asbesto.
  • 13 Febbraio 2012: il tribunale di Torino emette una sentenza storica, condannando in primo grado De Cartier e Schmidheiny a 16 anni di reclusione, e obbligandoli al risarcimento di circa 3000 parti civili oltre al pagamento delle spese giudiziarie.

Il caso Eternit è il primo al mondo in cui i vertici aziendali vengono condannati per disastro ambientale aggravato, costituendo un precedente importante che potrebbe dare il via a decine di processi in tutta Europa.

 

eternit_giustizia

Per Approfondire:

  • “La lana della salamandra” di Giampiero Rossi
  • “Eternit. Dissolvenza in bianco” di Assunta Prato e  Gea Ferraris
  • “Attenti al polverino!” di Assunta Prato

Amianto, come veniva lavorato a Casale Monferrato -IstitutoLUCE-Istituto Ramazzini- (7-08-2012):

 
Il monologo  di  Roberto Saviano:
“ETERNIT” -QUELLO CHE (NON) HO -La7Intrattenimento- (16-05-2012)